Ryanair e le provocazioni pubblicitarie: With prices this cheap, shut the f*ck up.

Anni di pubblicità sulle vicende che interessavano le più svariate personalità pubbliche, provocazioni, ironia e – in alcuni casi – mancanza di gusto:
Ritorno a casa con Ryanair.. e devo pagare solo le tasse!, lo slogan legato ai problemi fiscali di Valentino Rossi;
Mmm… Ryanair ofrece 2 miliones de plazas gratis… Eso es mejor que nuestro ceque-bebè…, l’ironia è intrecciata in questo caso alle scelte politiche di Zapatero, testimonial inconsapevole della compagnia inglese;
Paga le tasse! Non per i rifiuti, ma per scappare via, così sentenzia la frase posta sopra la foto di un quartiere (forse) di Napoli nel momento più acuto del problema rifiuti;
Caro Silvio, un’altra occasione per scappare con Ryanair, dulcis in fundo, l’invito rivolto al Cavaliere quando era a rischio il suo governo e si stava votando la fiducia dopo gli ultimi scandali relativi al caso Ruby.
Ryanair è diventata, negli anni, la principale rappresentante del motto “…bene o male, l’importante è che se ne parli”, e seguendo questo cammino – evidentemente – proficuo, le provocazioni ormai non mancano neanche per gli stessi passeggeri. Quali sono le principali critiche che si fanno agli scarsi servizi dalla compagnia aerea? Bene, Hugo Gstrein – Art Director- e Patrick Tamisiea – Copywriter – li hanno presi e trasformati in pubblicità…a metà tra autoironia e sfacciataggine: With prices this cheap, shut the f*ck up.

Fonte: Il blog di zzub.it » Community

Il libro, News(paper)Revolution. Oggi la presentazione a Milano

“Informazione al tempo dei social network”, sostanza e contenuto del nuovo libro di Umberto Lisiero, blogger
ed esperto di mondo digital.

 

L’autore incontra la stampa e il pubblico per illustrare le 200 pagine che analizzano in maniera trasversale
quanto oggi “fare notizia” sia radicalmente influenzato dai nuovi linguaggi di Internet e dai principali attori dei Social Media.

Fonte: Blog di Ebuzzing